Giugno 24, 2024
Concorsi Pubblici: perché gli italiani li snobbano?

Concorsi Pubblici: perché gli italiani li snobbano?

Oggi per i giovani italiani aspiranti lavoratori ci sono numerose opportunità per trovare un impiego fisso che corrisponda alle loro aspettative e capacità professionali. Tuttavia ce ne sono tanti altri che li snobbano e per una serie di motivi più o meno validi. Alcuni ad esempio li ritengono inadeguati poiché spesso i bandi sono limitanti ossia soltanto per soggetti laureati oppure diplomati. In base a quanto sin qui premesso, vediamo perché sono tanti gli aspiranti lavoratori italiani che snobbano la partecipazione ai concorsi pubblici o rifiutano il posto dopo averli vinti.

Perché il posto fisso non piace più?

I concorsi pubblici negli ultimi anni non sono considerati più una priorità da parte di giovani che aspirano ad entrare nel mondo del lavoro. Oggi infatti il mito del posto fisso non è più in voga, per cui spesso i suddetti bandi vengono snobbati. Addirittura capita che molti giovani, nonostante risultino vincitori rinunciano all’incarico sia per lo stipendio che è ritenuto basso che per la distanza dal luogo di residenza. A tale proposito, va altresì aggiunto che per evitare di consultare centinaia di concorsi pubblici alla ricerca di quello giusto, ci si può affidare alla selezione del sito PosizioniAPerte.com. Il portale infatti, offre una vasta gamma di pagine con bandi di svariate tipologia e che nella maggior parte dei casi soddisfano un’ampia platea di aspiranti lavoratori e soprattutto di giovani che hanno un’ottima preparazione professionale.

Il fattore economico alla base della rinuncia

Tra i principali motivi per cui molti italiani snobbano i concorsi pubblici, dalle statistiche effettuate da autorevoli fonti demoscopiche, si evince che molti fanno delle valutazioni legate a al fattore economico. In tal senso basta sapere che tanti sono coloro che per questo motivo rinunciano a partecipare ad un bando, senza contare che il numero aumenta sostanzialmente quando si tratta di spostarsi dal nord al sud e viceversa. Per quelli residenti nelle regioni meridionali tra l’altro spesso lo stesso fattore economico è influente ai fini della scelta di partecipare o meno ad un concorso pubblico. Trattandosi infatti di due realtà sociali nettamente contrapposte, per i giovani residenti nel mezzogiorno d’Italia affrontare spese per vitto e alloggio di gran lunga superiore al nord, significa rinunciare a buona parte dello stipendio seppur quest’ultimo sia sostanzioso.

Le opportunità dei concorsi pubblici a seguito delle rinunce

In gran parte per i motivi in precedenza elencati, oggi i concorsi pubblici vengono snobbati da una buona fetta d’italiani e di conseguenza le aziende e gli enti che li indicono sono costretti a trovare delle soluzioni alternative per contrastare il problema generato da tali rinunce. Per fare un esempio, nella maggior parte dei casi vengono stilate delle graduatorie di merito dei concorsi pubblici che partono dal primo ed arrivano fino ad un numero piuttosto elevato e tale da fronteggiare le centinaia e talvolta migliaia rinunce al posto fisso. Alcuni enti in tal senso come si evince da recenti statistiche sono stati infatti costretti a far scorrere la suddetta graduatoria di oltre 500 soggetti vincitori, per trovare il personale necessario per soddisfare la richiesta di collaboratori a tempo indeterminato. Questo fenomeno tuttavia oggi si manifesta in modo esponenziale anche in altri settori che vanno da quello amministrativo passando per il tecnico fino all’ingegneristica. In base a ciò si evince che partecipare a dei concorsi pubblici da parte di aspiranti lavoratori e soprattutto giovani, è un’esigenza che non riguarda soltanto loro bensì l’intero sistema produttivo nazionale. Affidarsi ad un sito in grado di elencare tutti i concorsi pubblici indetti in Italia, è quindi un ottimo modo per soddisfare richieste e domande e soprattutto persone che vantano un Curriculum di tutto rispetto.