January 28, 2023
Come si fa a pagare meno tasse?

Come si fa a pagare meno tasse?

Tutti vorrebbero sapere come evadere le tasse legalmente, ma è bene sapere che ridurre la pressione fiscale senza violare la legge è realmente possibile, c’è una soluzione molto efficace da adottare. Gli imprenditori puntano a tutelare il proprio patrimonio e quindi a pagare meno tasse. Si tratta di una necessità per far sopravvivere il business. Chi non vuole commettere reali, ma semplicemente avere una maggiore sicurezza economica, trattenendo una percentuale maggiore dei propri guadagni, può adottare alcuni trucchi, assolutamente legali. Bisogna riorganizzare le proprie abitudini nelle trasferte e nella gestione delle spese, ma può essere interessante anche considerare l’idea di trasferire l’impresa, avviando un business oltre confine, dove le tasse sono addirittura azzerate. Ci sono diverse soluzioni per pagare meno tasse, ma serve un piano ben preciso finalizzato all’ottenimento di vantaggi economici di rilievo. Seguendo i consigli degli esperti, si può avere più liquidità sul conto e quindi avere l’opportunità di fare più acquisti e investimenti, senza le rinunce tipiche di chi affronta la normale pressione fiscale.

La strategia per ridurre le tasse

Il primo passo da compiere è evitare di scegliere di registrare l’impresa come ditta individuale, SAS o SNC. Bisogna optare per una SRL. In questo modo si ottimizza il carico fiscale, laddove non c’è un regime forfettario, per aggirare l’ostacolo dato dal calcolo delle imposte in base agli scaglioni. Le ditte individuali e le società di persone sono le più tartassate. Naturalmente, l’azienda in attività può essere trasformata in una società a responsabilità limitata. Per sapere come pagare meno tasse, è importante conoscere bene il sistema fiscale. Proprio per questo è utile viaggiare per lavoro e ottenere rimborsi per le spese sostenute. Mantenere relazioni con i clienti e visitarli è fondamentale per la buona riuscita degli affari, quindi le trasferte servono, anche perché si tratta di costi deducibili e detassati. Gli spostamenti in Italia prevedono una spesa esentasse fino a 46,48 euro al giorno, mentre se si va all’estero la cifra sale fino a 77,46 euro giornalieri. Si possono mettere da parte fino a 15 mila euro e risparmiare imposte fino a 5 mila euro per ogni fruitore dei viaggi di lavoro. Un altro modo per risparmiare sulle tasse è acquistare buoni pasto da scaricare al 100%. Anche le piccole imprese possono beneficiare di tale opzione, così da scaricare fino a 3 mila euro. Vale per dipendenti, soci lavoratori e amministratori. Tra l’altro si usano anche nei supermercati per fare la spesa. Registrare un marchio personale per ottenere royalties ogni mese. Si riesce così a monetizzare il proprio brand. La società madre può essere registrata in un paradiso fiscale, mettendo a punto una sorta di ”società figlia” operante in Italia. Si abbassa la base imponibile, tagliando le tasse da versare. Le royalties sono tassate al massimo del 15% e non si corrispondono contributi Inps. Infine, ci si può trasferire a Dubai, dove le Free Zone consentono di avere un regime esentasse.

Aprire una società a Dubai

L’emirato consente agli investitori di prendere la residenza e quindi di beneficiare della massima riservatezza sui propri conti correnti e sulle attività. Inoltre si opera senza dover versare tasse. Sembra un sogno, ma invece è realtà, anche perché il Paese è l’unico paradiso fiscale dove non si pagano imposte di alcun genere. Questo luogo è diventata la meta preferita di tanti imprenditori, soprattutto di quelli intenzionati a sapere come risparmiare sulle tasse e intenzionati ad aumentare i propri guadagni. Le aree di libero scambio sono state pensate appositamente per attrarre società da altri Paesi o persone disposte ad aprirne di nuove in loco. Per avere maggiori suggerimenti su come risparmiare sulle tasse, è utile rivolgersi a un professionista esperto del settore.